giovedì 28 maggio 2015

L'essenziale è invisibile agli occhi

Be water my friend, Bruce Lee docet.
Arriva tutto, ogni cosa è perfetta per il momento in cui arriva.
Come può essere? Lo è, portando consapevolezza a ciò che viviamo senza viverlo come se fosse "separato" da noi.
Siamo Uno.
E quindi?
Il mondo è uno specchio dei nostri pensieri, una nostra proiezione, un ologramma del nostro piccolo mondo interiore.
Corpo mente e spirito: siamo anime che scelgono di incarnarsi sulla terra acquisendo forma materiale, quindi un corpo ed una mente.
Essi sono strumenti preziosissimi, con cui spesso però ci identifichiamo.
Ma non siamo la nostra mente, la quale assorbe condizionamenti come un computer in cui vengono istallati programmi e non siamo il nostro corpo, il quale è il mezzo tramite cui il nostro inconscio ci comunica cosa stiamo producendo a livello vibrazionale (con i pensieri).
Siamo anime, siamo qui per sperimentare e vibrare alto, siamo immersi in una realtà duale in cui la mente gioca forte: bianco nero, giusto sbagliato, bello brutto, si no, e così via.
Uscire fuori dal paradigma duale è un "lavoro" di auto osservazione e disciplina mentale.
Poichè la mente è un mezzo abbiamo il potere di dirigere noi i pensieri verso dove vogliamo, e se la legge di attrazione, o di risonanza, o come la vogliate chiamare chiamatela, ci dice che creiamo e attiriamo ciò che vibra alla nostra stessa frequenza, perchè mai dovremmo indirizzare i pensieri verso rabbia, dolore, paura, e tutta la gamma di sentimenti negativi?
Perchè ci dimentichiamo che siamo amore e luce e che siamo Uno.
Da qui è semplice capire che se non ci piace qualcosa "fuori" l'unico modo per cambiarla è agire "dentro".
Consapevolezza tramite l'auto osservazione dei pensieri, possiamo farlo.
Più lo facciamo più disciplineremo la nostra mente, riprenderemo la guida dei nostri pensieri, faremo pulizia insomma e lasceremo campo libero al sè superiore, all'anima, a IoSono, di esprimersi attraverso di noi. Noi chi? Noi in quanto personalità che in questa vita hanno un loro percorso, ma sempre Uno con il Tutto.
Il silenzio nella mente ci permetterà quindi di sentire i messaggi di IoSono, ma come fare?
Pronti? Un bel respiro profondo, di pancia, riempite bene i polmoni e poi lasciate uscire tutta l'aria, e ora rifatelo ancora e ancora finchè non iniziate a percepire una sensazione di calma e leggerezza.
La respirazione consapevole è una via rapida per tornare qui, nel presente.
E il presente è l'unico tempo in cui l'anima vive, non esistono passati o futuri, quelli sono i tempi preferiti dalla mente.
Qui ed Ora, ogni volta che ci perdiamo e poi ci ritroviamo abbiamo fatto un passo in avanti per prendere consapevolezza.
Ogni nostra cellula vibra alla frequenza dei nostri pensieri, a livello fisico siamo fatti per la maggior parte di acqua, avete mai sentito parlare di Masaru Emoto e dei suoi esperimenti con l'acqua (http://www.masaru-emoto.net/english/water-crystal.html )?

Siamo tutti responsabili, ognuno per la sua via, ma siamo tutti creatori e tutti connessi, siamo Uno.
La mente concepisce le divisioni, essere Uno lo si percepisce a livello del cuore, lo si sente "dentro".
Il mondo essendo una proiezione di ciò che abbiamo noi dentro è uno specchio molto utile per lavorare su di noi.
Siamo qui per questo, e allora divertiamoci a sperimentare.
Divertiamoci, come in palestra o a scuola o in un laboratorio creativo, o come vi piace definire la questione.

Personalmente sto creando un viaggio per tutta l'Italia, con la voglia di vedere e visitare pezzetti di Gaia e di creare seminari per diffondere luce e amore e aiutare tramite lampadine ad illuminare il percorso di ognuno (sempre tenendo conto che ognuno è creatore del proprio percorso e che io al massimo posso indicare una via o più vie, delle tante che esistono, ma che i passi sono tutti vostri). Lavoro ogni giorno sulla consapevolezza e sulla presenza, non sono arrivata da nessuna parte, mi godo il cammino e mi affido all'Uno, sicura delle meraviglie che arriveranno a me.
Non so come, quando mi fisso sul come creo blocchi e si inceppa tutto, il come è sempre mentale, e infatti poi me ne rendo conto.
Quando cedo quindi ringrazio e respiro, torno nel qui ed ora.
Non ci sono bacchette magiche, c'è solo amore. Solo? E' tutto amore in qualsiasi forma esso sia, proviamo a chiudere gli occhi e percepire le energie fluire con il cuore.



ps. nel frattempo ho creato un seminario in Umbria, potete trovare tutte le informazioni per il seminario qui http://buongiornobuongiorno.blogspot.it/p/sulla-via-del-risveglio.html. Potremo conoscerci e brillare assieme!


lunedì 18 maggio 2015

Libertà.

L'anima è amore e l'Amore è libero, quindi l'Anima è libera.
Quali attaccamenti può avere se è libera?
Nessuno.
L'unica che ha attaccamenti di qualsiasi tipo è solo la mente, la nostra parte razionale guidata dall'Ego.
Lasciare la via vecchia per la nuova? "Noooooo" direbbe Ego, poichè come dice il proverbio "sai quel che lasci ma non sai quel che trovi".
Ma chi lo dice che la via nuova non sia quello che farà al caso nostro e della nostra evoluzione?
La mente vuole le sicurezze e le certezze ed il cambiamento fa paura, poichè mette tutto in gioco.
Qualsiasi tipo di cambiamento, dal più piccolo come può essere ad esempio l'acquisto di un paio di scarpe nuovo al più grande come può essere il trasferimento in una casa nuova, è contrastato dai "se, ma, però etc" e dal "cosa potrebbe accadere (di brutto)".
Questi pensieri ci portano a stare in un limbo, bloccati ad un livello pieno di resistenze mentali e poi emotive che contrastano il cambiamento.
Ricordandoci in ogni attimo che siamo Anima e siamo quindi Amore si accede ad un livello di quiete mentale e soprattutto si riesce ad agire e creare in connessione con l'intero universo.

In questi ultimi giorni il furgone è arrivato così come la partenza per viaggiare per l'Italia.
Le cose non sono arrivate come mi aspettavo (!) da un punto di vista razionale e mentale anche perchè con il senno di poi mi sono resa conto che non ero per niente centrata e presente ma in ansia, stanca e piena di pensieri (e aspettative).
Sono partita e ho lasciato andare ogni cosa.
Ho agito e l'universo si è mosso, possiamo dire così, risuonando con me.
Cosa è arrivato? Un seminario da fare in Umbria di cui scriverò nella pagina http://buongiornobuongiorno.blogspot.it/p/sulla-via-del-risveglio.html  a breve.



Per il resto tutto ciò che succede è solo parte del cammino che ci serve per evolvere e sperimentare l'Amore che siamo.
Qualsiasi inconveniente rappresenta una lezione da poter cogliere per comprendere la direzione dei nostri pensieri.
E le altre cose che penso siano ancora irrisolte? Lascio andare, è un lavoro costante di crescita e sviluppo in piena libertà seguendo l'Amore.

Siamo divini umani, siamo puro Amore, lo dimentichiamo e permettiamo alla nostra parte razionale di prendere il sopravvento e creare così blocchi e resistenze facendoci perdere di vista il significato di questo viaggio sulla Terra.
Ma se siamo qui è per brillare e portare luce ovunque, io penso.




giovedì 7 maggio 2015

Fretta e aspettative..

Quando ci sono aspettative poi è facile che arrivino anche le delusioni.
Le aspettative sono il frutto di un lavorio mentale che ci impedisce di sentire l'anima, il Tutto, ed i messaggi che arrivano dall'Universo.

Visualizzare e immaginare il futuro dei nostri sogni come se fosse già presente è un gioco che possiamo divertirci a fare, ma poi, lasciamo andare tutte le aspettative.
Creare con la fretta porta a rallentare i tempi.

Ultimamente ho fissato dei tempi per un sacco di obiettivi che mi ero prefissata di raggiungere, tra cui un sito internet, la partenza in furgone per l'Italia e la stesura di un libro.
Molte cose hanno cominciato in un modo sorprendentemente veloce a realizzarsi quando poi dopo poco hanno subito un arresto e l'aggiunta di complicazioni.
Quindi ho dovuto trovare soluzioni alternative, ho cercato di rielaborare i pensieri verso una via più libera e leggera di ansie e aspettative.

E' proprio la fretta di raggiungere l'obiettivo che ci porta a rallentarne la riuscita.

Gli esercizi per praticare lo stato di presenza nel Qui ed Ora, l'auto-osservazione e la consapevolezza dei nostri pensieri, affidarsi all'Universo ci aiutano nel cammino, poichè in piena connessione al Tutto possiamo davvero sentire e creare a livello divino su un piano terreno come quello in cui stiamo vivendo.